Passeggiate nel prato eterno di Macerata

macerata racconta

Ciò che mi lega alla scrittrice maceratese Lucia Tancredi è quell'indugio sugli uomini vivi tra le anime morte. Nel nostro caso un uomo politico e pensatore tra i fondatori del partito Comunista d'Italia. Lei infatti nel suo romanzo Vita privata di Giulia Schucth ha narrato il legame tra la moglie Giulia, o Julia, e il marito, Antonio Gramsci, mentre nelle Passeggiate nei prati dell'eternità, mi soffermo a lungo davanti all'urna del pensatore, all'acattolico di Roma (conosciuto come cimitero degli Inglesi o anche degli Artisti), insieme a Margherita Hack e Franco Cordelli, ma soprattutto prendo in esame una lettera che Palmiro Togliatti scrisse nella lingua dell'Internazionale Comunista, il tedesco, circa le famigerate ceneri di Gramsci e il suo destino.

Non è per questo motivo che gli organizzatori di Macerata Racconta ci hanno messo insieme nel maggio scorso per la presentazione del mio libro sulle passeggiate nei cimiteri monumentali italiani e stranieri. Ma questa affinità con Lucia mi piace molto. E visto che i maceratesi hanno aderito numerosi alla presentazione nonostante la pioggia ci incontreremo di nuovo, stavolta sabato 20 dicembre, alle ore 14,30 per guidare insieme una passeggiata nel prato eterno maceratese.
L'appuntamento è in via Pancalducci 7.

_DSC1071 luciavaleria R40
Lucia Tancredi e Valeria Paniccia

gramsci R40
L'urna di Antonio Gramsci all'acattolico
(foto di Valeria Paniccia, 2012)


gramsci tatiana
Tatiana Schucht, sorella di Julia, davanti all'urna di Antonio Gramsci.
La foto è del 1938 circa. Tatiana, come tutti sanno, si prese cura di Antonio Gramsci, poiché Julia, malata di epilessia, era a Mosca.
Interessante notare dove fosse l'urna di Gramsci a quell'epoca. Non lontano dal famoso angelo del dolore, la statua di Story (sullo sfondo).


pasolini-sulla-tomba-di-gramsci
Pier Paolo Pasolini davanti all'urna di Antonio Gramsci (notare che la tomba non è collocata come sopra)
"Pasolini non avrebbe mai saputo che quelle ceneri erano state oggetto di contesa", pag. 67,
Passeggiate nei prati dell'eternità, Mursia